Attività

 

Il Progetto Hologramme intende realizzare quattro principali risultati:

 1 –  Realizzazione di itinerari turistico-culturali che leghino le destinazioni archeologiche italo-tunisine coinvolte nel progetto: per la realizzazione degli itinerari sono previste attività di valorizzazione dei siti e di miglioramento della fruizione attraverso l’adeguamento delle strutture espositive e lo sviluppo di soluzioni interattive e multimediali. Questa attività è già stata completata sia dai partner italiani che dai partner tunisini. 

Al fine di creare gli itinerari per ognuno dei siti archeologici coinvolti nel progetto (Sito archeologico di Salemi – Mokarta, sito archeologico di Calatafimi Segesta, sito archeologico di Cartagine) sarà realizzato un audit iniziale sullo stato di conservzione e fruizione, sul livello di informatizzazione, sulla fattibilità di applicazioni ICT e verrà definito un piano specifico di intervento per ciascun sito in base al quale intervenire con azioni di adeguamento. In tutto saranno 100 i reperti analizzati dai partner italiani e tunisini e per ciascuno sarà realizzata una scheda tecnica. Questa attività è già stata completata sia dai partner italiani che dai partner tunisini. 

2 – Creazione di una task force (Manager Esperti) di risorse professionali formata all’interno del progetto e capace di sviluppare linee strategiche e di condividere soluzioni innovative per la tutela e la valorizzazione del patrimonio archeologico transfrontaliero sulla base dell’utilizzo delle nuove tecnologie. 20 MANAGER  (10 italiani e 10 tunisini) riceveranno una formazione specifica nel corso del progetto finalizzata all’acquisizione di competenze e know-how per la valorizzazione del patrimonio archeologico italo-tunisino. Questa attività è stata completata sia dai partner italiani (Comune Capofila e Comune di Salemi) che dai partner tunisini (Associazione Tourath e AMVPPC).
LA FORMAZIONE IN SICILIALA FORMAZIONE IN TUNISIA

Il progetto promuove, inoltre, la realizzazione di un Forum permanente sulle nuove tecnologie per la valorizzazione del patrimonio archeologico che faccia da rete stabile tra il progetto HOLOGRAMME e altri progetti Italo-Tunisini ed Euro-Mediterranei anche attraverso la promozione di protocolli di collaborazione e di intesa.

3 – Realizzazione di un pacchetto di soluzioni ICT che verranno sviluppate da esperti e poi rese accessibili tramite il portale del progetto in modo da «cristallizzare» la conoscenza prodotta nel corso del progetto e renderla fruibile anche a progetto finito. Il pacchetto ICT comprende:

– Percorsi 3D (fruibili via web e via App., oltre che attraverso totem interattivi in-situ) basati sulla riproduzione tridimensionale, sulla produzione di contenuti informativi arricchiti e sull’interazione con il visitatore. L’Associazione CICI ha realizzato “Teatri del Mediterraneo“, opera in 3D che ricostruisce tridimensionalmente due antichi teatri: Segesta e Cartagine; il Comune di Salemi ha realizzato un percorso 3D sul sito di Mokarta e sulla Statua di Apollo conservata al Museo Del Bardo a Tunisi. Il Partner AMVPPC e l’Associazione Tourath hanno sviluppato una WEBMAP o carta Interattiva  sul sito di Cartagine. 

Palinsesti temporali: applicazioni multimediali che per le diverse epoche storiche mettono in collegamento la riproduzione virtuale dello stato del sito con informazioni storiche, letterarie, cinematografiche, in modo da fare immergere il visitatore in una sorta di viaggio nel tempo collegato ai siti archeologici. Il Comune di Calatafimi Segesta ha realizzato due palinsesti temporale sul Tempio di Segesta e sull’anfiteatro di Cartagine. 

Una Biblioteca intelligente di materiali documentali che vengono resi fruibili in formato elettronico e multilingue e «taggati» in chiave semantica in modo da potere supportare attività di ricerca transfrontaliere. Questa attività è stata completata e realizzata dal Partner Associazione Culturale Sabah.

Un Archivio video di cortometraggi, film, documentari, rendering e 3D, sia esistenti sia di nuova realizzazione, che valorizzano i siti archeologici interessati dal progetto. Questa attività è stata completata e realizzata dal partner Associazione CICI

Un Percorso di formazione on-line che consenta di «stabilizzare» i contenuti formativi in modo sia da approfondire la formazione della task force sia da amplificare la possibilità di formare soggetti ulteriori (anche a progetto concluso). Questa attività è stata realizzata dal Partner Associazione Culturale Sabah 

Un Marketplace, ovvero un Sistema integrato di Gestione delle Destinazioni (SGD) per l’accessibilità e per la fruizione dei siti archeologici italo-tunisini, un luogo di incontro tra domanda e offerta di prodotti e servizi che ha l’obiettivo di creare un «contagio positivo» tra attori, idee e risorse in modo che nasca un distretto culturale evoluto legato alla valorizzazione delle risorse archeologiche transfrontaliere.

4 – Creazione di Linee guida strategiche– condivise a livello politico-istituzionale – per la valorizzazione delle risorse archeologiche attraverso l’ICT nella prospettiva del Distretto Culturale Evoluto transfrontaliero. Questa attività prevede: la formulazione di un Documento di indirizzo strategico e la realizzazione di un parco progetti tranfrontaliero per continuare ad attrarre risorse sulle destinazioni interessate da HOLOGRAMME.

Un insieme di azioni di comunicazione caratterizzate da Eventi di promozione integrata daranno visibilità al progetto e ai suoi risultati.